Con Google, arte e cultura all’Arsenale Nord tra passato e futuro

18 Maggio 2017

Venezia, 18 maggio 2017 

 Parte dall’Arsenale Nord uno straordinario viaggio digitale nel passato del nostro Paese: da venerdì 19 maggio, a domenica 21 maggio, l’Arsenale Nord è protagonista della prima tappa del Grand Tour d’Italia, realizzato da Google Arts & Culture

Attraverso la tecnologia di Google, la Tesa 94 si anima di installazioni per permettere ai veneziani di celebrare i tesori artistici della città in un unico viaggio virtuale che intende riproporre, attualizzandolo, il valore educativo e di formazione che il Grand Tour aveva trecento anni fa per l’élite europea. Dalle ore 10.00 alle ore 20.00, per tre giorni, si potranno scoprire gratuitamente le potenzialità straordinarie di una tecnologia innovativa dalle incredibili ricadute in termini di cultura, formazione e trasmissione di saperi. 

Realizzato da Google in collaborazione con Comitato Giovani della Commissione Nazionale Italiana per l'UNESCO, la Fondazione Musei Civici di Venezia, Accademia dei Fisiocritici, Consorzio per la Tutela del Palio di Siena, Outdoor Project e Teatro Massimo di Palermo, il Grand Tour d’Italia - visitabile all’indirizzo g.co/grandtour – toccherà poi, dopo Venezia, Siena, Roma e Palermo.

Con questa iniziativa, l’Arsenale Nord, restituita al Comune di Venezia nel 2013 e gestita da Vela Spa, si riafferma come location ideale di attività culturali di alto profilo aperte al pubblico. La tre giorni di Google va ad incrementare ulteriormente le proposte – pubbliche e gratuite - in corso, ospitate in occasione della 57. Esposizione d’Arte della Biennale di Venezia. Tre mostre e una performance animano, per il periodo di apertura della Biennale Arte, il lungo waterfront storico affacciato sulla Darsena Grande.

Sino al 26 novembre, le Tese delle Nappe 89, 90, 91 ospitano l’Hyper Pavilion, mentre alle Tese 98 e 99 si tiene l’esposizione dal titolo Memory and Contemporaneity - China Art Today. La Tesa 100 ospita il Padiglione Libanese - Šamaš, con le opere dell’artista e compositore Zad Moultaka che lavora sul tema dell’integrazione a livello linguistico e ritmico tra musica occidentale e araba, e, sino al 15 settembre 2017, la Tesa 105 è teatro di “Io combatto”, performance diffusa di Sarah Revoltella. 

Si accede all’Arsenale Nord dalla Tesa 105, giungendo a piedi, lato Celestia, attraverso la passerella pedonale oppure in vaporetto con i mezzi Actv (linee 4.1, 4.2, 5.1, 5.2 fermata Bacini-Arsenale Nord).

Inoltre, per tutto il periodo di apertura della Biennale Arte, un servizio di navetta gratuito mette in relazione l’Arsenale Nord con il Giardino delle Vergini. Due spazi pubblici accessibili liberamente da tutti, senza bisogno di un biglietto di entrata. Tutti i giorni, sino al 26 novembre, lunedì esclusi, uno shuttle acqueo collega ogni 20 minuti, tra le ore 11.00 del mattino e le 17,20 (ad eccezione del servizio delle ore 13,20) i due lati dell’Arsenale, facilitando le connessioni anche con le linea del trasporto pubblico Actv in arrivo e partenza dalla fermata Bacini – Arsenale Nord e le linee in partenza e in arrivo alla fermata Giardini.

Un’opportunità per il pubblico internazionale in visita in laguna e per i residenti di godere di questo eccezionale patrimonio storico artistico e di un panorama unico sull’intero complesso dell’Arsenale, approfittando dei servizi – culturali e di ristoro ­– qui disponibili.

 

Per informazioni: www.veneziaunica.it , - call center di Hellovenezia 041.2424, operativo tutti i giorni dalle 7.30 alle 20.00.